Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Ucraina » Kiev » Kiev: una delle più antiche città dell’Europa orientale

Kiev: una delle più antiche città dell’Europa orientale

Kiev è la capitale e la più grande città dell’Ucraina, situata lungo il fiume Dnepr, è un importante centro industriale, scientifico, culturale, la città custodisce monumenti storici di fama mondiale.

Tra i monumenti storici, il Kiev Pechersk Lavra (Kyevo Pečers’ka Lavra, monastero delle Grotte) e la Cattedrale di Santa Sofia sono probabilmente i più famosi, entrambi sono stati riconosciuti come patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Kiev è una delle più antiche città dell’Europa orientale, fondata probabilmente nell’VIII o nel IX secolo, come avamposto dell’Impero dei Cazari, alla fine del IX secolo o all’inizio del X secolo, fu occupata dai Variaghi, popolazione di origine Normanna.

Essi unificarono in un unico stato gli stati normanni di Novgorod e di Kiev, dando inizio a quello che viene riferito come il periodo d’oro di Kiev (tra il X e il XIII secolo), che durerà fino alla completa distruzione della città da parte dei Mongoli nel 1240.

Dopo l’introduzione del cristianesimo di rito bizantino nel 988, Kiev divenne anche il principale centro religioso di tutta la Russia, il centro culturale della civiltà orientale slava, oltre ad essere la capitale del regno dei Variaghi.

Dopo la distruzione mongola, Kiev divenne un piccolo villaggio, nel XIV secolo fu sottomessa al Granducato di Lituania, e poi allo stato sorto dall’unione di Polonia e Lituania. Nel 1686 entrò a far parte dell’Impero Russo, nei secoli successivi la città crebbe d’importanza divenendo un importante nodo di comunicazioni, oltre ad un centro cristiano di primaria importanza, ma fino al XIX secolo l’importanza commerciale della città rimase marginale.

Alla fine del XIX secolo, grazie alla rivoluzione industriale, Kiev divenne la terza città più importante dell’Impero Russo e il principale centro di commercio della Russia sud-occidentale. Durante la Seconda Guerra Mondiale la città fu occupata dai nazisti tra il 19 settembre 1941 e il 6 novembre 1943.

Booking.com
banner