Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Croazia » Zara / Zadar: la capitale della Dalmazia veneta
Il Foro Romano e la chiesa di San Donato, Zara (Zadar), Dalmazia, Croazia. Autore: Maestralno. No Copyright
Il Foro Romano e la chiesa di San Donato, Zara (Zadar), Dalmazia, Croazia

Zara / Zadar: la capitale della Dalmazia veneta

Città situata al centro della Dalmazia, appartenne all’Italia tra il 1918 e il 1943. La parte antica di Zara / Zadar è affascinante per i suoi monumenti storici. La chiesa di San Donato (St. Donat), è il simbolo della città, il Museo Archeologico (fondato nel 1830) è uno dei più importanti della Croazia.

Zara divenne un municipio romano nel 59 a.C., e nel 48 a.C. una colonia di cittadini romani. Dopo la caduta dell’Impero Romano all’inizio del VII secolo, Zara fu la capitale della provincia bizantina della Dalmazia. All’inizio del IX secolo fu occupata dai Franchi e nel 812 fu restituita a Bisanzio.

Zara fu sotto la Repubblica di Venezia tra il 1111-1154, poi tra il 1160-1183 e nel 1202. Passò poi al regno di Ungheria-Croazia, e poi sotto quello di Ladislao di Napoli, che nel 1409 vendè Zara a Venezia. Quando all’inizio del XVI secolo i Turchi conquistarono la zona attorno a Zara, la città divenne un importante avamposto militare, commerciale ed amministrativo di Venezia in Adriatico, fu la capitale amministrativa della Dalmazia veneta ed un importante centro culturale.

Dopo la caduta di Venezia (1797) con il trattato di Campoformio, Zara fu ceduta all’Austria e sotto il dominio austriaco rimase fino al 1918, eccetto per il periodo di occupazione francese (1805-1813), durante tutto questo tempo Zara rimase la capitale della Dalmazia.

Durante la prima guerra mondiale, il 4 Novembre 1918, la città fu occupata dalle truppe italiane. Dopo la guerra, con il trattato di Rapallo (1920), Zara fu ceduta all’Italia. La città rimase sotto l’amministrazione italiana fino al 31 ottobre 1944, fu poi occupata dai partigiani di Tito e poi ceduta alla Yugoslavia. Durante la seconda guerra mondiale Zara fu bombardata 54 volte dalle forze aeree alleate e più del 90 % dei suoi abitanti lasciarono la città per l’Italia.



Booking.com

Booking.com
banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE: