Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Austria » Vienna: capitale di impronta asburgica
Vienna, Austria. Author and Copyright Liliana Ramerini
Vienna, Austria. Author Liliana Ramerini

Vienna: capitale di impronta asburgica

La capitale dell’Austria, Vienna, è, per grandezza, il più piccolo stato (Bundesländer) dell’Austria, mentre per quanto riguarda la popolazione è al primo posto. Lo stato federato di Vienna, che si trova nella parte orientale del paese, è completamente circondato dal territorio della Bassa Austria.

L’UNESCO ha inserito tra i luoghi patrimonio dell’umanità il centro storico di Vienna e il Palazzo e i giardini dello Schönbrunn. La città è anche sede dell’OPEC, e qui ha sede anche una delle tre sedi dell’ONU, le altre sono a New York e a Ginevra.

Abitata fin dal III millennio a.C., l’area di Vienna fu occupata, a partire dal IV secolo a.C., da un insediamento celtico fortificato, nel I secolo d.C. i Romani vi fondarono l’accampamento fortificato di Vindobona dove era di stanza la X legione Gemina, nel III secolo la città fu elevata a municipio, la città fu distrutta nel V secolo dalle incursioni dei barbari.

Nel medioevo, l’area di Vienna fu occupata degli Unni, dai Goti, dai Longobardi e dai Marcomanni. A partire dal X secolo, grazie alla sua posizione lungo importanti vie di comunicazione, la città cominciò un nuovo sviluppo divenendo un importante centro commerciale, nel XII secolo, sotto i Babenberg, fu cinta da fortificazioni e nel XIII secolo ottenne lo statuto di città.

Alla fine del XIII secolo, Vienna, divenne possedimento degli Asburgo, dinastia a cui la città fu legata fino alla fine delle Prima Guerra Mondiale. Agli inizi del XV secolo Vienna divenne la capitale del Sacro Romano Impero, vivendo tra quattrocento e cinquecento, specialmente durante il regno di Massimiliano I, un periodo estremamente florido.

Nel 1529 la città fu assediata una prima volta dai Turchi Ottomani, l’assedio fallì, ma più grazie alle condizioni metereologiche e alle epidemie, che alle fortificazioni della città, questo portò alla decisione che nuove opere di difesa erano indispensabili, negli anni successivi Vienna fu circondata da una muraglia rinforzata da undici bastioni e un fossato. Nel 1683 la città fu nuovamente assediata dai Turchi, a cui resistette, grazie alle nuove opere di difesa, per due mesi, fu salvata dall’arrivo delle truppe del re di Polonia, Jan Sobieski.

Vienna, Austria. Author and Copyright Liliana Ramerini

Vienna, Austria. Author Liliana Ramerini

Nei secoli successivi Vienna si sviluppò divenendo una delle maggiori città europee e capitale del grande Impero Asburgico, che nel periodo di massimo splendore si estendeva dalla Lombardia all’Ucraina, e da Praga e Cracovia ai Balcani. Tra il XVIII e il XIX secolo la città si arricchì di meravigliosi palazzi barocchi e rococò, divenendo uno dei principali centri culturali del continente e la capitale della musica europea, attirando e ospitando musicisti come Schubert, Strauss, Brahms, Mozart, Beethoven, Schönberg, Salieri.

Vienna sorge sulla riva destra del Danubio (uno dei rami canalizzati del fiume, il Donaukanal), tra il fiume e le pendici della Selva Viennese (Wienerwald), una bassa catena montuosa, ricca di boschi, ultima propaggine delle Alpi Austriache. Il suo passato di grande capitale imperiale è chiaramente visibile nella sua struttura urbanistica e nei suoi meravigliosi palazzi e chiese, tra gli edifici più belli l’Hofburg, il palazzo imperiale degli Asburgo, con la Sala del Tesoro (Schatzkammer) e la vicina Scuola di Equitazione (Spanische Hofreitschule), la cattedrale gotica di Santo Stefano (Stephansdom), il Castello di Schönbrunn (Schloss Schönbrunn), il Palazzo del Belvedere (Schloss Belvedere), la chiesa barocca di San Carlo (Karlskirche), la cripta (Kaisergruft) della chiesa dei Cappuccini (Kapuzinerkirche), dove sono le tombe degli Asburgo, il portale gotico della chiesa dei Minoriti (Minoritenkirche).

[hr style=”single”]

  • Vienna (Wien)
  • Abitanti: 1.712.903 (2010)
  • Superficie: 414 km²
  • Capitale: Vienna (Wien)
  • Punto più alto: Hermannskogel 542 metri
  • Punto più basso: Lobau 151 metri
[hr style=”single”]
[hr style=”single”]
Booking.com
banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE: