Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Grecia » Tessaglia: la regione delle famose Meteore

Tessaglia: la regione delle famose Meteore

Tessaglia

Tessaglia

La Tessaglia è una regione storica e geografica della Grecia centro-settentrionale, formata da 4 provincie (nomì), essa confina a nord con la regione greca della Macedonia, a ovest con l’Epiro, a sud con la Grecia Centrale, mentre a est è bagnata dal mar Egeo, la regione comprende anche alcune delle isole Sporadi settentrionali (Skìathos, Skòpelos, Alònissos), la capitale della Tessaglia è la città di Larissa.

Attraversata centralmente dal fiume Penèo (Pēneiós), che forma una grande pianura intensamente coltivata a cereali, agrumi, vite e olivi, e sfruttata per l’allevamento, in questa pianura si trova la città più importante della regione, la capitale Larissa.

Il territorio della Tessaglia è circondato da alte montagne, a nord si trova il monte Olimpo (2 917 metri), la montagna più alta della Grecia, a ovest sono i monti del Pindo che superano ampiamente i duemila metri d’altezza. A sud-est, vicino alla costa si trova il mitologico monte Pelio (Pilio) (1 551 metri) ricoperto di dense foreste.

[hr style=”single”]

  • Tessaglia
  • Abitanti: 760.714 (2005)
  • Superficie: 14.037 km²
  • Altezza massima: monte Olimpo (2. 917 metri sul livello del mare)
[hr style=”single”]

COSA VEDERE IN TESSAGLIA: LE ATTRAZIONI PRINCIPALI

La regione è importante dal punto di vista turistico grazie alla presenza di alcuni richiami unici come le famosissime Meteore, la penisola del Pelio, e le isole Sporadi.

Potistika, Promontorio del Pelion, Tessaglia, Grecia. Autore Handrian. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Potistika, Promontorio del Pelion, Tessaglia, Grecia. Autore Handrian

Gli antichi monasteri sulle rocce delle Meteore (Meteora), situati a breve distanza dalla città di Kalabaka (Kalambaka o Kalampaka), sono l’unico luogo della Tessaglia ad essere parte della lista del patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO, formati da 24 monasteri scenograficamente posti su speroni e pinnacoli di roccia, essi rappresentano un sorprendente esempio di costruzioni monastiche risalenti al XIV e XV secolo.

Degli originali 24 monasteri delle Meteore, oggi, solo 4 (Aghios Stephanos, Aghia Trias, Varlaam e Meteoron) sono ancora abitati dai monaci.

La regione è un importante meta per gli amanti della natura, le aree boscose del monte Pelio sono il paradiso per gli escursionisti, i selvaggi monti del Pindo, il monte Olimpo e la Valle di Tempe (Tembi), la mitologica gola, sono altre notevoli attrazioni.

La penisola del Pelio (Pelion) offre una natura lussureggiante, paesaggi mozzafiato, spiagge sabbiose, mare cristallino, antiche tradizioni gastronomiche, stupendi borghi montani. Tra le località del Pelio da visitare troviamo Makrinitsa, soprannominata il “balcone del Pelio”, Tsagkarada, Mylopotamos, Portaria, Mouresi e Zagora, nella penisola si trovano anche belle località costiere come quelle di Kala Nera, Milina, Horefto, Potistika, Agios Ioannis, e Platanias.

[hr style=”single”]
[hr style=”single”]
Booking.com
banner