Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Repubblica Ceca » Moravia » Telč: il gioiello rinascimentale della Moravia

Telč: il gioiello rinascimentale della Moravia

Piccola cittadina con meno di 6.000 abitanti del sud della Moravia a soli 30 km dal confine con l’Austria, Telč si trova ad oltre 500 metri d’altezza s.l.m.

Fondata nel XIII secolo come fortezza, la città ha un ricco passato, infatti si trovava al crocevia di alcune importanti vie commerciali che collegavano la Boemia, la Moravia e l’Austria.

Telč mantenne la caratteristica di piazzaforte fortificata fino al 1530, quando un incendio distrusse la città, negli anni successivi, fino alla fine del XVI secolo, Telč venne ricostruita in stile rinascimentale e da allora il suo centro storico è rimasto praticamente intatto.

Telč (Teltsch, in tedesco) fu fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, e alla successiva espulsione dell’etnia tedesca dalla Cecoslovacchia, una città a maggioranza linguistica tedesca.

  • Telč
  • Abitanti: 5 732 (2010)
  • Altezza: 514 metri sul livello del mare.

COSA VEDERE A TELČ: LE ATTRAZIONI PRINCIPALI

COSA VISITARE: La cittadina, in parte ancora cinta dalle antiche mura, è famosa per la sua stupenda piazza rettangolare (náměstí Zachariáše z Hradce) contornata su tre lati da case rinascimentali con portici e sulla quale si affaccia anche il castello (Zámek Telč) del XIII secolo, ma ristrutturato nel XVI secolo in stile rinascimentale. Il centro storico di Telč, circondato su tre lati da due laghetti, fa parte dal 1992 dei luoghi patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

La piazza di Telč , Moravia, Repubblica Ceca. Autore Mr Hyde. No Copyright

La piazza di Telč , Moravia, Repubblica Ceca. Autore Mr Hyde

Piazza (náměstí Zachariáše z Hradce): La piazza di Telč è il cuore rinascimentale del centro abitato, su tre lati di essa si affacciano bellissime e coloratissime case rinascimentali con frontoni e portici.

Sulla piazza si trova anche l’edificio dell’antico municipio (Radnice) del XVI secolo. Nelle vicinanze del Castello si trovano la Chiesa di San Giacomo (Kostel svatého Jakuba). originaria del XIV secolo ma più volte ricostruita, e la Chiesa del Sacro Nome di Gesù (Kostel Jména Ježíš) con il Collegio dei Gesuiti, entrambi edifici in stile barocco del XVII secolo. La piazza è occupata, su un lato da una colonna barocca del XVIII secolo dedicata alla Vergine Maria (Mariánský sloup), e su un altro da una fontana barocca del XVIII secolo.

Castello (Zámek Telč): Il castello di Telč è uno dei gioielli dell’architettura rinascimentale della Moravia, edificato in origine nel XIII secolo, fu ricostruito, per volere del proprietario Zachariáš of Hradec, nel XVI secolo, dagli architetti italiani Antonio Ericera (alias Antonín Vlach) e Baldassare Maggi d’Arogno (circa 1550-1619). I suoi interni originali sono ottimamente conservati e rappresentano un classico esempio di influenza dell’arte italiana a nord delle Alpi, con decorazioni a stucco, in trompe l’oeil e in chiaroscuro. Tra le sale più belle è certamente la Sala d’Oro (Zlatý sál) che si estende lungo tutta l’ala nord del Castello. Molto bello e ben curato il giardino del XVI secolo in stile rinascimentale circondato da basse arcate. All’esterno del castello, davanti al suo ingresso si trova la Cappella di Tutti i Santi (Kaple Všech svatých), edificio sepolcrale del 1580 in stile rinascimentale italiano con volta decorata a stucco e con dipinti in stile ornamentale – floreale e grottesco.

Castello:
– Visite: per la visita del Castello potete scegliere tra due itinerari (A e B). L’itinerario A permette la visita delle sale rinascimentali tra cui l’armeria, le due cappelle, la piccola sala dei banchetti, la sala del tesoro e comprende anche la stupenda Sala d’Oro. L’itinerario B percorre gli ambienti residenziali del palazzo, abitati dagli ultimi proprietari la famiglia Podstatsky di Liechtenstein.
– Fotografie: È vietato fotografare all’interno del Castello, mentre è possibile farlo all’esterno.
– Orario: Aperto dal martedì alla domenica (chiuso il lunedì) dal 1 Aprile al 31 Ottobre. L’itinerario A (Sale Rinascimentali) è aperto dal 1 Aprile al 31 Ottobre.
– Biglietto: 110 CZK (210 CZK per guida in lingua diversa dalla Ceca). L’itinerario B (Sale Residenziali) è aperto dal 1 Maggio al 30 Settembre. Biglietto: 80 CZK.

Interessanti sono anche i resti dell’antica cinta muraria della città, in parte percorribile, sulla quale si aprono tutt’ora due porte: la Porta Piccola (Malá brána), che si trova vicino al Castello, e la Porta Grande (Velká brána) situata sul lato opposto, verso sud, vicino alla chiesa tardo-gotica del Santo Spirito (Kostel svatého Ducha).

[hr style=”single”]
[hr style=”single”]
Booking.com
banner