Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Francia » Provenza: resti romani, borghi medievali e meraviglie naturali
Les Baux-de-Provence, Provenza, Francia. Author Rolf Sussbrich. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Les Baux-de-Provence, Provenza, Francia. Author Rolf Sussbrich

Provenza: resti romani, borghi medievali e meraviglie naturali

La Provenza (Provence) è una regione storica della Francia sud orientale, situata grosso modo tra il fiume Rodano e le Alpi, essa ha come centro principale la città di Marsiglia ed è compresa nella regione amministrativa francese della Provenza-Alpi-Costa Azzurra (Provence-Alpes-Côte d’Azur), la Provenza comprende gli odierni dipartimenti del Var, della Valchiusa (Vaucluse), delle Bocche del Rodano (Bouches-du-Rhône), delle Alpi di Alta Provenza (Alpes-de-Haute-Provence), delle Alpi Marittime (Alpes-Maritimes) e una parte di quello delle Alte Alpi (Hautes-Alpes), anche la città di Nîmes e il Pont du Gard anche se oltre il Rodano, e oggi parte della Linguadoca-Rossiglione (Languedoc-Roussillon) sono considerati parte della Provenza storica.

La Provenza è formata da un territorio molto vario, a oriente la regione è chiusa della Alpi, che raggiungono altezze superiori ai tremila metri, la cima più alta della Provenza è l’Aiguille de Chambeyron (3.412 metri), lungo la costa si trovano le catene montuose dei Maures e dell’Estérel, nell’interno della regione sono il mont Ventoux (1.912 metri), il massiccio del Luberon, e le montagne de Lure. Sul lato occidentale si estende la valle del Rodano e il suo ampio delta che forma la regione della Camargue, la costa è spesso alta e rocciosa, ma presenta anche vasti arenili sabbiosi.

Arles, Provenza, Francia. Author Elliott Brown. Licensed under the Creative Commons Attribution

Arles, Provenza, Francia. Author Elliott Brown

La regione abitata in origine da tribù Liguri, fu colonizzata a partire dal VII secolo a.C. dai Greci di Focea (città dell’odierna Turchia) che vi fondarono numerosi empori commerciali e città tra cui quelle di Massalia, l’odierna Marsiglia, Antipolis (Antibes) e Nikaia (Nizza).

Nel II secolo a.C. i Greci di Provenza chiamarono più volte in aiuto le truppe di Roma per sedare le ribellioni dei Liguri, nel 125 a.C. i Romani, chiamati per sedare una nuova ribellione, decisero di occupare la regione e nel 122 a.C. fondarono la città di Aquae Sextiae (Aix-en-Provence).

Negli anni successivi la colonizzazione romana si fece sempre più intensa, furono costruite strade e acquedotti, e numerose nuove città, tra queste, Nemausus (Nîmes), Arausio (Orange), Arelate (Arles), Carpentorate (Carpentras), Forum Iulii (Fréjus), Glanum (Saint-Rémy-de-Provence), Vasio (Vaison-la-Romaine). La Provenza in epoca romana faceva parte della vasta provincia Narbonensis, che si estendava dai Pirenei alle Alpi, ed aveva come capitale la città di Narbo (Narbonne).

Con la caduta dell’Impero Romano, la regione, come il resto delle terre che erano state romane divenne teatro di scorribande e distruzioni da parte delle tribù barbare. Nell’VIII secolo entrò a far parte del Regno dei Franchi, nel IX secolo divenne un regno autonomo, e così rimase fino al XV secolo quando, nel 1486, entrò a far parte del Regno di Francia.

Palazzo dei Papi, Avignone, Provenza, Francia. Autore: Chimigi. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Palazzo dei Papi, Avignone, Provenza, Francia

La Provenza è, dal punto di vista turistico, la regione più importante della Francia, vi si trovano grandiosi monumenti di età Romana, come anfiteatri (Nîmes, Arles, Fréjus), templi (Nîmes), teatri (Orange, Vaison-la-Romaine, Arles), acquedotti (Pont du Gard), archi trionfali e monumenti (Carpentras, Orange, La Turbie).

Il medioevo ha lasciato edifici religiosi in pregevole stile romanico (Arles, Marsiglia, Avignone, Orange, Sénanque, Saint-Gilles, ecc.) e in gotico (Avignone, Aix-en-Provence, ecc.), fortificazioni e strutture difensive come ad Avignone, Aigues-Mortes, Tarascon, Salon, per finire con i numerosi deliziosi borghi medievali che si trovano in ogni angolo della Provenza (Èze, Moustiers-Sainte-Marie, Les Baux-de-Provence, Bonnieux, Gordes, ecc.).

Altre attrazioni turistiche di primo piano sono i paesaggi della regione, dalle coste selvagge e rocciose dei Calanques e dell’Estérel, alle località mondane della Costa Azzurra (Cannes, Nizza, St. Tropez, ecc.), alle vette alpine, ai canyons come quello del Verdon, alle paludi della Camargue.

La regione è ricca di prodotti di artigianato tipico, prodotti eno-gastronomici e di manifestazioni folkloristiche, ed è famosa per la coltivazione della lavanda, esiste addirittura una percorso turistico chiamato la “Route de la lavande”, luglio è il mese migliore per vedere la lavanda fiorita.

Il clima della Provenza.

Booking.com
banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE: