Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Francia » Lorena: i luoghi della Prima Guerra Mondiale e la lavorazione del vetro e del cristallo
Place Saint-Pierre, Bar-le-Duc, Mosa, Lorena, Francia. Author TCY. Licence Creative Commons Attribution-Share Alike
Place Saint-Pierre, Bar-le-Duc, Mosa, Lorena, Francia. Author TCY

Lorena: i luoghi della Prima Guerra Mondiale e la lavorazione del vetro e del cristallo

La Lorena è una regione della Francia nord-orientale situata presso i confini con il Belgio, il Lussemburgo e la Germania, e confina anche con le regioni francesi della Franca Contea, dell’Alsazia e dello Champagne-Ardenne. Come la vicina Alsazia, fu contesa ripetutamente tra Francia e Germania, nel 1871, una parte della regione entrò a far parte dell’Impero Tedesco, qui si combatterono aspre battaglie durante la Prima Guerra Mondiale.

La regione, che ha per capoluogo la città di Metz, è formata dal punto di vista amministrativo da 4 dipartimenti: Meurthe-et-Moselle (54), Mosa (Meuse, 55), Mosella (Moselle, 57) e Vosgi (Vosges, 88).

Caratterizzata da un territorio in gran parte pianeggiante o da bassi altopiani calcarei, ricca di boschi, la Lorena è attraversata dai fiumi Mosa, Meurthe, e Mosella e da numerosi loro affluenti, nella sua parte orientale, lungo il confine con l’Alsazia, si trovano le alture delle montagne dei Vosgi, dove è la vetta più alta della regione, il monte Hohneck (1 363 metri).

L’economia della Lorena era una volta legata all’intenso sfruttamento delle sue miniere di ferro, oggi si basa sull’agricoltura, l’allevamento e su alcuni settori industriali come quelli del legno, energetico, elettronico, automobilistico e chimico.

Porte Héré, Nancy, Meurthe-et-Moselle, Lorena, Francia. Author Alecs.y. Licence Creative Commons Attribution-Share Alike

Porte Héré, Nancy, Meurthe-et-Moselle, Lorena, Francia. Author Alecs.y

LE ATTRAZIONI TURISTICHE: COSA VISITARE IN LORENA

Rispetto ad altre regioni della Francia, il turismo in Lorena è poco sviluppato, i principali richiami turistici sono dovuti ai musei, ai castelli, alla gastronomia, all’artigianato (vetro e cristallo) e ai luoghi storici della regione, la due città più importanti sono Metz, il capoluogo regionale, e Nancy, la prima risente dell’influsso tedesco, ed è conosciuta per le vetrate della sua cattedrale, mentre la seconda è prettamente francese ed è ricca di edifici in stile neoclassico.

Nancy è un importante attrazione turistica grazie ai bellissimi palazzi e agli spazi urbani (Place Stanislas, Place de la Carrière e Place d’Alliance) realizzati nel XVIII secolo, che le hanno valso il titolo di capitale del rococò europeo e l’iscrizione nella lista del patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO.

Nell’estremo nord della regione vicino al confine con il Belgio, si trova la piazzaforte di Longwy, anch’essa parte del patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO come parte delle fortificazioni di Vauban. Tra le città degne di nota i centri storici di Épinal e Bar-le-Duc, Lunéville con il suo famoso castello (Château de Lunéville), Pont-à-Mousson con la sua abbazia (Abbaye des Prémontrés), l’antica città di Toul con la sua cattedrale gotica.

Toul, Meurthe-et-Moselle, Lorena, Francia. Author Enslin. Licence Creative Commons Attribution-Share Alike

Toul, Meurthe-et-Moselle, Lorena, Francia. Author Enslin

Tra le attività artigianali di cui la Lorena è famosa c’è quella della lavorazione del vetro e del cristallo, l’area più rinomata è quella raggruppata nella comunità della zona del Vetro e del Cristallo (Pays du Verre et du Cristal) nel dipartimento della Mosella, che comprende i sette comuni di Meisenthal, dove si trova il Museo del Vetro e del Cristallo (Musée du verre et du cristal), Goetzenbruck, Lemberg, Saint-Louis-lès-Bitche, Soucht, Montbronn, e Baccarat, sede della famosa fabbrica di cristalli, ma numerosi altri sono i centri della regione che producono vetro e cristallo. Molti turisti vengono nella regione per visitare i luoghi e le vestigia delle battaglie della Prima Guerra Mondiale, in particolare nell’area attorno a Verdun.

Lorena

Lorena

Il turismo invernale è richiamato dai Mercatini di Natale, tra gli altri sono molto belli quelli di Nancy, Metz, Sarreguemines e Plombières-Les-Bains, e dalle possibilità di praticare gli sport invernali sul massiccio dei Vosgi. Il turismo verde è richiamato dalla presenza di tre parchi naturali regionali, il Parco Naturale Regionale della Lorena (Parc naturel régional de Lorraine), il Parco Naturale Regionale dei Vosgi del Nord (Parc naturel régional des Vosges du Nord), e il Parco Naturale Regionale dei Ballons dei Vosgi (Parc naturel régional des Ballons des Vosges). In via di sviluppo è anche il turismo delle vecchie miniere con possibilità di visitarne alcune o di vedere interessanti reperti di archeologia industriale. Interessanti anche le opportunità di turismo termale nella regione, tra i centri termali più conosciuti troviamo Plombières-les-Bains, Bains-les-Bains, Contrexéville, Vittel, e Amnéville.

Il clima della Lorena.

  • LORENA (LORRAINE)
  • Superficie: 23,547 km²
  • Popolazione: 2,346,361 (2008)
  • Capoluogo: Metz

Booking.com
banner