Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Portogallo » Lisbona » Lisbona: la capitale del primo impero coloniale mondiale della storia
Lisbona, Portogallo. Autore e Copyright: Liliana Ramerini
Lisbona, Portogallo

Lisbona: la capitale del primo impero coloniale mondiale della storia

Lisbona (2.830.867 abitanti), la capitale del Portogallo è situata lungo la sponda settentrionale dell’ampio estuario del fiume Tago (Tejo), la città è edificata sopra a sette basse colline, ed è la più occidentale capitale d’Europa.

La città ha una storia millenaria, le leggende della sua fondazione narrano che fu furono Ulisse o i Fenici a fondare la città, ma gli scavi archeologici indicano che l’area di Lisbona era abitata già nel neolitico, ne sono testimonianza i resti megalitici (Dolmens e menhirs) disseminati nella campagna vicino alla città.

Nell’area del centro cittadino sono stati ritrovati oggetti di origine fenicia risalenti al 1200 a.C., alcune teorie attribuiscono la fondazione della città proprio ai Fenici, ma è molto più probabile che in origine vi fosse un centro abitato indigeno con rapporti commerciali con i Fenici, e questo spiegherebbe la presenza di manufatti fenici.

La città fu possedimento Cartaginese, il nome fenicio era Allis Ubbo che significa “piccolo porto delizioso”, nome che in latino fu corrotto in Olissipona, Lisbona divenne dopo le guerre puniche parte del’Impero Romano con il nome di Felicitas Julia. Fece parte della provincia della Lusitania, la cui capitale era la città di Emerita Augusta, l’attuale Mérida in Spagna.

La Lisbona romana era un importante porto commerciale, grazie ai commerci la città crebbe vi furono costruiti templi, teatri, fori e terme. Vi veniva prodotto il Garum, una salsa di pesce molto apprezzata dagli antichi Romani, ma si commerciavano anche il sale, il vino e i cavalli, le rotte commerciali più importanti, oltre a quella per Roma erano quelle per la Britannia (l’odierna Inghilterra) e per la Germania.

Torre de Belém, Lisbona, Portogallo. Autore: Daniel Feliciano. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Torre de Belém, Lisbona, Portogallo

Con la caduta dell’Impero Romano, a partire dal V secolo, Lisbona soffrì le dominazioni barbare degli Alani, dei Vandali, degli Svevi (Suebi) e dei Visigoti. Nel 711 Lisbona fu conquistata dagli Arabi che la governarono fino al 1147, quando la città fu riconquistata dai cristiani capegiati da Dom Afonso Henriques, il primo re del Portogallo.

Nel 1255 Lisbona divenne la capitale del Regno del Portogallo, nel 1290 vi fu fondata la prima università del paese. Nel XV, XVI e XVII secolo, con lo sviluppo marittimo del Portogallo Lisbona divenne la capitale di un impero commerciale che aveva centri commerciali e fortezze che si estendevano dal Brasile alla Cina, il porto di Lisbona divenne il centro del commercio mondiale delle spezie e delle pietre preziose che provenivano dall’Asia e del legname e poi dell’oro che proveniva dal Brasile, la città divenne una delle più importanti del continente, all’inizio del XVII secolo Lisbona raggiunse i 100 000 abitanti.

Il 1 novembre 1755 Lisbona fu colpita da un distruttivo terremoto, che causò la morte di 40,000 persone e la distruzione dell’85% della città, le coste portoghesi furono selvaggemente battute dalle onde di un maremoto (tsunami) che causarono immensi danni in quasi tutte le località costiere del paese.

Negli anni successivi la gran parte della città fu ricostruita secondo i dettami del XVIII secolo, ma Lisbona mantiene ancora oggi un architettura ricca di stili diversi, vi si trova il romanico, il gotico, il manuelino, il barocco e l’arte moderna, oggi la città di Lisbona mantiene un aspetto internazionale e offre un affascinante combinazione di vecchio e nuovo con un carattere indubitabile e una bellezza propria, il fascino della città è proprio dovuto alle differenze di atmosfere e ambienti che si hanno passeggiando nei vari quartieri.

Booking.com
banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE: