Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Paesi Bassi » Il Cuore Verde dell’Olanda: i mulini a vento
Mulini a Vento, Kinderdijk, Paesi Bassi. Autore: Lidia Fourdraine. No Copyright
Mulini a Vento, Kinderdijk, Paesi Bassi

Il Cuore Verde dell’Olanda: i mulini a vento

Delft – Schiedam – Brielle – Hellevoetsluis – Dordrecht – Kinderdijk – Schoonhoven – Vlist – Oudewater – Vianen – Montfoort- Woerden – Gouda – Alphen aan den Rijn- Leida – Wassenaar – Delft (250 km)

Si tratta di un itinerario che attraversa tutta la regione del Zuid Holland (Olanda Meridionale) e in piccolissima parte la regione di Utrecht. Questa è la tipica Olanda, quella che tutti noi ci immaginiamo, è la regione dei polder, dei mulini a vento, delle chiuse contornate di canne, di piccoli canali e graziosi paesi storici. Qui vengono prodotti i tipici formaggi olandesi, le pipe di terracotta, i vasi di ceramica di Delft, il Gin olandese, i gioielli d’argento e i pomodori rossi. Visiteremo belle città storiche come Delft, Dordrecht, Gouda e Leida, città fortificate come Brielle e Vianden, la famosa zona dei mulini di Kinderdijk. L’itinerario comincia e finisce a Delft.

Delft

Situata a pochi chilometri da L’Aia (Den Haag) e a circa 50 km a sud-ovest di Amsterdam, Delft è una tipica città storica dell’Olanda, con canali alberati e bianchi ponticelli, belle facciate della case e cortili. Delft è stato anche il centro di produzione della tipica ceramica blu di Delft, nel XVII secolo, il secolo d’oro olandese, vi erano oltre 30 fabbriche di porcellana, oggi ne resta soltanto una la Koninklijke Porceleyne Fles, qui è possibile vedere come le famose porcellane vengono ancora oggi fatte a mano.

Nella Nieuwe Kerk, risalante al XV secolo, si trova il monumento funerario a Guglielmo d’Orange, il fondatore dello stato olandese, in questa chiesa sono sepolti i membri della casa reale olandese. Sulla piazza principale di Delft, la Grote Markt sorge il Municipio rinascimentale (Stadhuis) edificato tra il XIV e il XVII secolo. La città ospita interessanti musei tra cui il Prinsenhof (museo municipale), il Museo Lambert van Meerten, dedicato alla ceramica, e il Museo Etnologico Nusantara, dedicato all’arte e alla storia dell’Indonesia.

Spostandoci verso sud, attraverso Maassluis e Vlaardingen si arriva a Schiedam.

Schiedam

Cittadina famosa per le fabbriche di distillazione del ginepro da gui si ricava il famoso Gin olandese (Jenever, Hollandse graanjenever), da visitare il museo nazionale del Gin olandese (Jenevermuseum), nella zona si trovano anche quattro mulini a vento.

Superata Schiedam e attraversato il Tunnel del Benelux si arriva a Rozenburg, alla zona dell’Europort, la parte più importante del porto di Rotterdam, il più grande porto europeo, e alla pianura del Maas.

Campi di tulipani, Paesi Bassi. Autore: Alessandro Vecchi. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Campi di tulipani, Paesi Bassi

Brielle (Den Briel)

Bella cittadina portuale con mura e bastioni, il suo centro storico presenta belle case con antiche facciate, tra le cose da visitare, oltre alle belle fortificazioni formate da nove bastioni e cinque rivellini; la Grote of Sint-Catharijnekerk, una chiesa del XV secolo mai completata; il Museo Tromp (Historisch Museum Den Briel ‘Maarten Harpertsz. Tromp’), dedicato al famoso ammiraglio Maarten Harpertszoon Tromp; e il caratteristico laghetto.

Hellevoetsluis

Piccola fortezza situata lungo l’Haringvliet, antica base militare e navale, vi si trova l’interessante museo dedicato ai Vigili del Fuoco (Nationaal Brandweermuseum), la collezione comprende mezzi antincendio utilizzati nei Paesi Bassi tra il 1550 e oggi.

Dordrecht

Il porto più antico dell’Olanda, situato in ottima posizione all’incrocio dei piumi più navigati d’Europa, il suo centro medievale ha un aspetto fotogenico con una notevole basilica (Grote Kerk), antichi palazzi e residenze patrizie, edifici e monumenti storici e numerosi musei tra cui il Dordrechts Museum, dedicato alla pittura olandese, e il Simon van Gijnmuseum, museo che mostra come si viveva in Olanda nel XIX secolo.

Kinderdijk: Mulini a vento

Kinderdijk è una delle zone più pittoresche dell’Olanda, vi si trovano 18 mulini a vento, alcuni dei quali visitabili. In estate, nei mesi di luglio e agosto, tutti i sabati pomeriggio, i mulini divengono funzionanti e le loro pale ruotano come avveniva secoli fa. I mulini a vento di Kinderdijk sono, dal 1997, sulla lista del Patrimonio Mondiale dell’umanità dell’UNESCO.

Si attraversa quindi la Lekdijk e il paese delle cicogne (Het Liesveld), a Groot-Ammers si prende poi il traghetto e si giunge a Schoonhoven.

Schoonhoven

Antica cittadina famosa per la lavorazione dell’argento e degli orologi, vi si trovano laboratori dell’argento, e l’interessantissimo Museo dell’Oro, dell’Argento e degli Orologi (Nederlands Goud-, Zilver- en Klokkenmuseum; Nederlands Zilvermuseum Schoonhoven). Lungo il fiume è da visitare l’antica porta (Veerpoort) del XVII secolo, nel centro storico si trovano l’antico municipio (Stadhuis) del XV secolo, la pesa storica, il magazzino del grano (Stadskorenpakhuis) del XVI secolo e l’imponente chiesa Grote of Bartholomeuskerk che custodisce la tomba dell’esploratore Olivier van Noort, il primo olandese a compiere la circumnavigazione del mondo.

Si prosegue, tra Schoonhoven e Haastrecht, lungo il Vlist, un piccolo fiume circondato da un paesaggio caratteristico dell’Olanda Meridionale fatto di polder (tratto di mare asciugato artificialmente) e piccole fattorie.

Mulini a vento e tulipani, Paesi Bassi. Autore: hisa fujimoto. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Mulini a vento e tulipani, Paesi Bassi

Oudewater

Antica cittadina famosa per la Pesa della Strega (Heksenwaag), una pesa pubblica del XVI secolo, questa casa di peso, divenne famosa nel corso del XVI secolo perché, unico luogo in Europa, alle persone accusate di stregoneria era offerta l’opportunità di provare la loro innocenza, venivano pesati e dopo la pesatura, ricevevano un certificato ufficiale in cui veniva attestato che il peso del proprio corpo era proporzionato e non poteva essere quello di una strega. Ancora oggi nell’edificio, che ospita anche un piccolo museo dedicato alle streghe, vengono rilasciati questi certificati. Il paese ha belle case con facciate pittoresche, una grande chiesa del XV secolo e un antico municipio del XVI secolo.

Da qui passando per Benschop e Ijsselstein si arriva a Vianen.

Vianen

Cittadina fortificata di forma rettangolare con un bel palazzo municipale (Stadhuis) del XV secolo, una grande chiesa a navate tardo gotica (Grote Kerk) e resti delle mura tra cui l’antica Lekpoort una porta del XV secolo.

Si attraversa il ponte sul fiume Lek e si arriva a Montfoort.

Montfoort

Cittadina medievale con municipio (Stadhuis) del XVI secolo e una chiesa (Nederlands Hervormde Kerk) del XIV secolo,

Woerden

Antica città fortificata, fondata come accampamento romano, custodisce uno splendido municipio (Oude stadhuis) del XVI-XVII secolo, Woerden ospita,ogni mercoledì, anche un tradizionale mercato del formaggio.

Gouda

Antica città famosa per il tipico formaggio (Goudse kaas), per le pipe di terracotta (Pijp) e per i wafer allo sciroppo al caramello (Stroopwafel). Il suo centro storico è ricco di chiese e palazzi storici, nella bella piazza del mercato, tipicamente olandese, si affacciano il Municipio (Stadhuis) gotico del XV secolo e la pesa pubblica (Waag) del XVII secolo. La Grote Kerk (St. Jans Kerk) è la più grande chiesa a pianta cruciforme nei Paesi Bassi, famosa per le sue vetrate, realizzate tra il 1530 e il 1603, considerate come la più significativa raccolta di vetrate dei Paesi Bassi. Tra i musei da visitare il MuseumgoudA, ospitato nell’antico Ospedale Caterina (Catharina Gasthuis), dove si trovano un interessante farmacia antica e bellissimi ambienti d’epoca, e che comprende una collezione di ceramiche decorate, pipe di terracotta, e dipinti; il Museo Nazionale Farmaceutico Moriaan (Nationaal Farmaceutisch Museum De Moriaan), dedicato alla storia, presente e futura del farmaco; e quello del porto di Gouda (Museumhaven Gouda) dove sono le navi del’antica flotta commerciale olandese.

Attraverso Waddinxveen e Boskoop, famosa per la coltivazione degli arbusti, oppure attraverso la Reeuwijkse Plassen e Bodegraven si arriva ad Alphen aan den Rijn, dove sono il parco per gli uccelli Vogelpark Avifauna, uno dei più grandi parchi di uccelli nel mondo, e l’Archeon, un parco tematico sulla storia olandese con le repliche di edifici di epoca preistorica, romana, e medievale.

Leida (Leiden)

Città universitaria, sede della più antica università dei Paesi Bassi (1575), Leida ha un centro storico ancora intatto risalente ai secoli XVI e XVII, vi si trovano resti di fortificazioni, come il vecchio castello De Burcht, o le due rimanenti porte d’accesso alla città la Zijlpoort e la Morspoort, entrambe del XVII secolo. Tra gli edifici religiosi da visitare la Hooglandse Kerk, del XV secolo, e la Pieterskerk del XIV secolo. La Bibliotheca Thysiana è l’unico edificio superstite nei Paesi Bassi risalente al XVII secolo progettato come una biblioteca. L’Orto botanico di Leida (Hortus botanicus Leiden), della fine del XVI secolo, è il più antico orto botanico dell’Olanda, e uno dei più antichi del mondo. Altri edifici interessanti sono il Municipio (Stadhuis) con facciata rinascimentale del XV secolo, la pesa pubblica (De Waag) del XVII secolo, e il Gemeenlandshuis van Rijnland del XII secolo. Tra i musei, il museo di Belle Arti (Stedelijk Museum De Lakenhal), che ospita una collezione di pale d’altare e oggetti di culto, ma è principalmente di interesse per la sua collezione di dipinti del periodo d’oro olandese. Leida ospita anche il Museo Nazionale di Archeologia (Rijksmuseum van Oudheden), con antichità egizie, greche e romane; e il Museo Nazionale di Storia Naturale (Naturalis, Nationaal Natuurhistorisch Museum) dedicato alla storia naturale, alla geologia e alla mineralogia, con una delle più importanti collezioni in Europa; e il Museo Nazionale di Etnologia (Rijksmuseum voor Volkenkunde) con una collezione di oggetti provenienti da tutti i continenti e con un importante collezione di arte giapponese.

Wassenaar

Città situata vicino alla città di L’Aia (Den Haag) vi si trovano ville, case di campagna, ambasciate, con dune sulla spiaggia, un giardino zoologico e un parco di ricreazione (Duinrell).

Da qui prima di ritornare a Delft è possibile visitare L’Aia (Den Haag) città sede del parlamento, del governo e della corte reale olandese.



Booking.com

Booking.com
banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE: