Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Croazia » Croazia: geografia e attrazioni turistiche
Sebenico (Šibenik), Croazia. Autore: János Tamás. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Sebenico (Šibenik), Croazia. Autore: János Tamás

Croazia: geografia e attrazioni turistiche

La Croazia (Republika Hrvatska) è una nazione dei balcani nata dalla divisione della Yugoslavia. Il paese confina verso nord con l’Ungheria, a nord-ovest con la Slovenia, a est con la Serbia, a sud con la Bosnia-Erzegovina e il Montenegro, a ovest si affaccia sul Mare Adriatico. La capitale è Zagabria, situata nel centro-nord del paese, tra le altre città troviamo Rijeka (Fiume) e Pula (Pola) in Istria, Split (Spalato) e Dubrovnik (Ragusa) in Dalmazia, Osijek nella Baranja.

La forma della Croazia è molto particolare, il paese è formato da due aree, la fascia costiera con la Dalmazia e l’Istria, e la zona interna pianeggiante protesa verso il Danubio, queste due aree sono collegate da una stretta fascia di territorio incuneato tra la Bosnia-Erzegovina e la Slovenia. Il territorio della Croazia si estende dalla pianura della Pannonia e dalle sponde del Danubio verso est, fino a giungere ai confini della catena alpina verso ovest, il centro del paese è caratterizzato dal massiccio montuoso del Dinara (1,831 metri).

Estesa è poi l’area costiera del paese che occupa tutta la fascia della Dalmazia lungo il Mare Adriatico dove si trovano 1,185 isole, di cui solo 50 abitate. La maggior parte della penisola istriana è parte della Croazia, in Istria risiede anche una minoranza autoctona di lingua e cultura italiana, si tratta di circa 30.000 persone. I principali fiumi della Croazia sono la Drava e Sava.

Mappa della Croazia

Mappa della Croazia

La Croazia è famosa dal punto di vista turistico per la sua costa ricca di isole e di interessanti città storiche. La capitale Zagabria risente nel suo centro storico dell’influenza austriaca. Sia in Istria che in Dalmazia l’influsso veneziano è chiaramente riscontrabile nelle architetture storiche, nella lingua e nel cibo. La costa croata è un importante destinazione balneare.

Il turista può unire la vacanza balneare alla visita di importanti città antiche come Spalato e Pola dove si trovano ben conservati resti romani. Gioielli di architettura medievale lungo la costa dalmata sono Ragusa (Dubrovnik), Traù (Trogir), Sebenico (Sibenik) e Stagno (Ston). In Istria ci sono interessanti abitati in stile veneziano come Rovigno (Rovinj), Orsera (Vrsar) e Parenzo (Porec). Nell’interno della Dalmazia si trova lo spettacolare parco nazionale di Plitvice con laghi e cascate.

  • Superficie: 56,594 km²
  • Popolazione: 4,460,000 in gran parte croati; sono presenti anche minoranze etniche serbe, slovene, ungheresi, bosniache, italiane (30 000).
  • Capitale: Zagabria (Zagreb)
  • Lingue: Lingua ufficiale è il Croato. In Istria alcuni comuni sono bilingui (croato-italiano). La conoscenza dell’Italiano è vasta sia in Istria che lungo le coste della Dalmazia.
  • Religione: Prevalentemente cristiana cattolica con minoranze di cristiani ortodossi e musulmani.
  • Moneta: Kuna
  • Fuso orario: stessa ora rispetto all’Italia.



Booking.com

Booking.com
banner