Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Croazia » Cattedrale di Sebenico / Sibenik: duomo di San Giacomo

Cattedrale di Sebenico / Sibenik: duomo di San Giacomo

L’edificio più importante di Sebenico, la cattedrale di San Giacomo (Sveti Jacov) (1431-1535), si trova sulla Trg Republike Hrtvatske, la piazza centrale della città, questa chiesa rappresenta un capolavoro dell’arte tardo-gotica italiana in Dalmazia. Nel 2000 la cattedrale di Sebenico è stata inserita nella lista dei luoghi patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco.

La cattedrale di San Giacomo (Sveti Jacov) (1431-1535) è il più importante e sorprendente edificio di Sebenico.

I tre architetti che si succedettero nella sua progettazione e costruzione furono Francesco di Giacomo, Giorgio Orsini (Georgius Mathei Dalmaticus) e Niccolò di Giovanni Fiorentino, essi svilupparono una struttura costruita interamente di pietra e usarono tecniche uniche per la costruzione della volta e della cupola della cattedrale.

La forma e gli elementi decorativi della cattedrale, come il rimarchevole fregio decorato con 71 sculture di facce di uomini, donne e bambini illustrano il successo della fusione di arte gotica e rinascimentale.

Le caratteristiche strutturali della cattedrale di San Giacomo (Sveti Jacov) a Sebenico la fanno un edificio unico e sorprendente nel quale sono unite con successo le forme gotiche e rinascimentali. La cattedrale di San Giacomo (Sveti Jacov) è un fruttuoso risultato dello scambio di influenze culturali tra differenti regioni del nord Italia (principalmente la Toscana) e la Dalmazia nel XV e XVI secolo.

Questi scambi crearono le condizioni per un unica e sorprendente risoluzione ai problemi tecnici e strutturali che furono affrontati durante la costruzione della volta della cattedrale e della sua cupola. Essa rappresenta poi l’unica testimonianza della transizione tra gotico e rinascimento nell’architettura religiosa della zona.

Da vedere i portali della cattedrale, quello principale in stile gotico con statuette di santi, quello laterale, chiamato Portale dei Leoni. L’interno della Cattedrale a tre navate si trovano alcune tombe, alcuni altari barocchi e il rinascimentale presbiterio, opera della fine del XV secolo di Niccolò Fiorentino. Da visitare anche il Battistero, posto sotto l’abside sinistra della cattedrale opera dell metà del XV secolo di Giorgio Orsini e Andrea Alessi.



Booking.com

Booking.com
banner