Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Repubblica Ceca » Praga » Castello di Praga, Cittadella (Hradcany)
Castello di Praga, Hradčany, Praga, Repubblica Ceca. Autore: Tepold. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Castello di Praga, Hradčany, Praga, Repubblica Ceca

Castello di Praga, Cittadella (Hradcany)

Praga è dominata dalla Hradčany (Cittadella) dove si trovano il castello fondato nel IX secolo, e definitivamente trasformato e ampliato nel settecento dagli architetti italiani Nicola Pacassi e Anselmo Nuraghi per volere di Maria Teresa d’Austria. Nella cittadella sono il Palazzo Reale (sala gotica di Vladislao e ala rinascimentale), la Cattedrale di San Vito (tombe dei re di Boemia), la Basilica di San Giorgio, il Vicolo d’Oro o degli Alchimisti, le torri di cinta, il Padiglione Reale Belvedere e il Palazzo Sternberg (Galleria Nazionale).

CASTELLO DI PRAGA COSA VISITARE:

Castello di Praga (Pražský Hrad): Il Castello di Praga è il simbolo della città ed è situato su un’altura sulla riva sinistra del fiume Moldava. Il castello fu fondato nel IX, e con il passare dei secoli fu utilizzato come residenza dei re di Boemia, degli imperatori del Sacro Romano Impero, dei presidenti della Cecoslovacchia e della Repubblica Ceca.

Viene considerata la più importante fortezza medievale nel mondo, fu commissionata da Carlo IV di Lussemburgo. Si estende su un’area di 45 ettari, comprende tre cortili e alcuni importanti edifici, tra cui la Cattedrale di S. Vito, il Palazzo Reale, la Basilica di San Giorgio e il Vicolo d’oro. Con 570 metri di lunghezza e 130 di larghezza media, è considerata la maggiore fortezza medievale del mondo.

Cattedrale di San Vito (Katedrála sv. Víta): All’interno del complesso del Castello di Praga si trova la Cattedrale S. Vito, in stile gotico di chiara influenza francese, fu costruita nel 1344 sulle fondamenta della chiesa di S. Vito a sua volta costruita dal principe Vaclav (Santo Venceslao patrono della città), in seguito fu edificato il trinavale e la facciata con due torri inaugurata solo nel 1929.

La parte più sacra della cattedrale è la cappella di San Venceslao dopo si possono ammirare i gioielli cechi dell’incoronazione. L’ingresso alla cattedrale inizia con la Porta d’Oro costituita da un bellissimo mosaico raffigurante Carlo IV ed Elisabetta di Pomerania inginocchiati in adorazione di Cristo, mentre ai lati si può notare scene di un Giudizio finale opera di artisti veneziani. Entrando nella Cattedrale si nota il bellissimo Coro costituito da lussuosi gioielli, al centro si trova la Tomba imperiale con statue raffigurante Massimiliano II d’Asburgo, il padre Ferdinando e la madre Anna Jagellone, da qui si nota una scala che porta alle tombe reali dove riposano personaggi importanti, tra le quali quella del re Carlo IV.

Intorno al Coro si trovano le Cappelle dedicate a vari Santi, ma quella che merita un’accurata visita è la cappella di San Venceslao dove si trovano anche le sue spoglie, qui si possono ammirare affreschi relativi alla vita del Santo e 1300 bellissime pietre dure della Boemia che raffigurano la vita di Gesù. Dalla cappella di San Venceslao si ha l’accesso al Tesoro Reale tramite una porta che possiede sette serrature, le cui chiavi sono state consegnate a sette diverse istituzioni. All’interno vengono custoditi i gioielli reali dal 1791.

Vecchio Palazzo Reale (Starý Královský Palác): Sede dei Principi di Boemia, ognuno dei quali ha lasciato la sua impronta. Molto bella è la sala gotica Vladislav risalente alla fine del secolo XV utilizzata come sala da festa, dove si tenevano importanti assemblee ma soprattuto vi si svolgevano tornei di cavalli utilizzando la grande dimensione. Il pavimento è in legno e le volte disegnate da Bnenditkt Ried sono meravigliose.

Basilica di San Giorgio e Convento (Bazilika a Klášter sv. Jirí): Costruita all’inizio del x secolo in stile romanico e voluta dal duca Vatrislav, rappresenta la più antica chiesa del castello. La facciata esterna risale al XVII costruita in stile barocco, ma la chiesa è stata ricostruita nel XX secolo ed aperta al pubblico solo nel 1976. All’interno troviamo tombe dei membri della dinastia di Premyslovici, interessante la cappella di Santa Ludmila, prima martire cristiana della Boemia, ma anche nonna di San Venceslao. Il Monastero ospita una collezione di pittura barocca boema del XVII e XVIII secolo, comprendente opere di artisti manieristi della corte di Rodolfo II.

Vicolo d’oro o Vicolo degli Alchimisti (Zlatá ulicka): Costituito da una serie di case nelle quali abitarono gli artigiani del castello dal XVI e che si trasformarono in seguito in botteghe di orafi. Durante il periodo in qui fu imperatore Rodolfo II, questi fece stabilire nel Castello 24 arcieri con le loro famiglie per difendere la fortezza e quindi le case furono ampliate a causa di sovraffollamento. Maria Teresa nel XVIII ordinò agli abitanti del vicolo di ristrutturare le facciate e per la prima volta apparvero i primi colori sugli intonaci. Viene chiamato anche Vicolo degli Alchimisti, i quali passavano le notti alla ricerca della formula magica che trasformasse il ferro in oro. In una di queste casette precisamente alla n° 22 lavorò tra il 1916 e 1917 lo scrittore Franz Kafka. Oggi queste piccole case ospitano negozi di souvenir e birrerie.

Giardini Reali e Sferisterio: Creati nel 1534 da Ferdinando I sono oggi un parco pubblico. Sono aperti tutti i giorni alle ore 10 al suono di fanfare del pavillon di musica di Hartig. L’interno dei giardini è costituito da statue e al centro si trova la sala reale nella quale si svolgeva il gioco della palla, costruita in stile rinascimentale vi si trovano del bei graffiti e affreschi. Nello sferisterio si tengono concerti e mostre, è aperto solo durante il periodo estivo.

Galleria del Castello: In origine questa galleria era adibita a stanze utilizzate come scuderie ma oggi vi possiamo ammirare opere del Tintoretto, Tiziano e Rubens appartenti alla collezione di Rodolfo II.

Palazzo Lobkovicz (Lobkovicz Palác): Palazzo rinascimentale adibito a Museo Nazionale dentro il quale si possono ammirare i tesori nazionali, tra i quali copie dei gioielli con i quali furono incoronati i re della Boemia. Il museo accoglie la più vasta esposizione dedicata alla storia delle terre ceche, dal IV secolo a.C. alla prima metà del XIX secolo.

Castello di Praga (Pražský hrad). Palazzo Reale (Královský palác). Basilica di San Giorgio e Convento (Bazilika a klášter sv. Jirí). Vicolo d’oro (Zlatá ulicka).

Come arrivarci: Il Castello di Praga puó essere raggiunto a piedi o con il tram. Prendere il tram vi risparmierá l’arrampicata sulla collina o gli scalini. Prendete il tram 22 o 23 e scendete ad una di queste fermate: Belveder, Pražský Hrad o Pohorelec, quest’ultima fermata probabilmente é la migliore, infatti vi permetterá di camminare fino al Castello attraverso Hradcany ed arrivare all’entrata principale.

Orario di apertura: Tutti i giorni, Alta stagione (1 Aprile – 31 Ottobre): 5.00 – 24.00 Bassa stagione (1 Novembre – 31 Marzo): 6.00 – 23.00.

I Giardini del Castello di Praga e il Fossato del Cervo tra cui un sentiero turistico sono aperti tutti i giorni: da aprile e ottobre 10 – 18; maggio e settembre 10 – 19; giugno e luglio, ore 10 – 21; agosto ore 10 – 20.

Il Parco di Château a Lany è aperto al pubblico dal 22 marzo fino al 2 novembre. Il mercoledì e il giovedì dalle 14 alle 18. Il fine settimana e i giorni festivi dalle 10 alle 18. Il giorno della nascita (7 marzo) e il giorno della morte (14 settembre) del primo Presidente della Repubblica T.G. Masaryk, l’ingresso è gratuito dalle 10 alle 18.

Tours per i visitatori (tipi di biglietti): il Castello di Praga – giro lungo: Vecchio Palazzo Reale, mostra permanente “La storia del Castello di Praga”, Basilica e Convento di San Giorgio – Galleria Nazionale, Vicolo dell’Oro con la Torre Daliborka, la Pinacoteca del Castello di Praga, la Torre della Polveriera. Castello di Praga – giro breve: Vecchio Palazzo Reale, mostra permanente “La storia del Castello di Praga”, Basilica di San Giorgio, Vicolo dell’Oro e Torre Daliborka. Mostra “La storia del Castello di Praga”. Convento di San Giorgio – Galleria Nazionale. Castello di Praga galleria di immagini. Torre della Polveriera.

Costo dei Biglietti:

Tipo dei biglietti Intero Ridotto (*) Famiglia (*)
Castello di Praga – giro lungo CZK 350 CZK 175 CZK 500
Castello di Praga – giro breve CZK 250 CZK 125 CZK 300
Castello di Praga – galleria d’immagini CZK 150 CZK 80 CZK 200
Mostra Permanente “La storia del Castello di Praga” CZK 140 CZK 70 CZK 200
Convento di San Giorgio – Galleria Nazionale temporarily closed
Torre della Polveriera CZK 50 CZK 25 CZK 70

* I biglietti ridotti sono validi per giovani di età 6-16, scuola secondaria e studenti universitari a tempo pieno fino a 26 anni. Famiglie (1-5 bambini al di età inferiore ai 16 anni con max. 2 adulti) anziani oltre 65 anni.

Ingresso libero: Asili nido accompagnati da un insegnante (al momento della presentazione della lista dei nomi certificata dalla scuola). I bambini di età inferiore ai 6. Disabili.

Fotografare gli Interni – Permesso di fotografare è consentito solo senza flash senza treppiede – CZK 50, – è vietato fotografare nella mostra permanente “La storia del Castello di Praga”, nel Castello di Praga Galleria di immagini e nel Convento di San Giorgio.

I biglietti sono validi per due giorni (il giorno di acquisto e il giorno seguente). I biglietti sono disponibili nei Centri di Informazione del Castello di Praga nel secondo e nel terzo cortile, nella Cappella del Santo Rood nel secondo cortile, nel Vecchio Palazzo Reale, nella mostra “La storia del Castello di Praga” e in due biglietterie nel Vicolo d’Oro. I biglietti sono venduti anche presso le biglietterie di TICKETPORTAL.

NB: I seguenti monumenti sono accessibili anche in sedia a rotelle: Vecchio Palazzo Reale – Ingresso della Sala Vladislao, Basilica di San Giorgio, Sala della Palla Corda, Stalle Imperiali, Galleria Rodolfo e Sala Spagnola, Pinacoteca del Castello di Praga, Giardini del Castello di Praga, Cattedrale di San Vito, I bagni della Cattedrale di San Vito.

Padiglione Reale Estivo o Belvedere (Letohrádek královny Anny o Belvedér): Il Padiglione Reale Estivo, noto con il nome di Belvedere fu costruito nel XVI secolo per volere di Ferdinando I, in onore della moglie Anna divenne residenza estiva e luogo di divertimento per la corte reale. Il Padiglione è uno degli esempio più belli di rinascimento fuori dai confini italiani. Davanti al palazzo si trova una fontana detta anche cantante, perché se vi piegate sotto la catinella potrete ascoltare il suono delle campane.

Orario di apertura: da martedi a domenica 10-18, chiuso il lunedì.

Palazzo Sternberg (Šternberský Palác): E’ un edificio a quattro ali, edificato alla fine del XVII secolo in stile barocco, vi è ospitata la Galleria Nazionale ricchissima di quadri di pregio, che vanno dall’arte europea antica alla fine del barocco, con particolare rilievo per il periodo tra il XIV ed il XVIII secolo (opere di Rembrandt, Goya, Tintoretto, Hals, Rubens e El Greco).

Come arrivarci: Tram 22 o 23 per Pražský hrad. Indirizzo: Hradcanské námestí 15, Praga 1

Orario di apertura: da martedi a domenica 10-18, chiuso il lunedì. Biglietto: intero 60 Kc/ridotto 30 Kc

Santuario di Loreto (Loreta): Luogo di pellegrinaggio e raccoglimento, fu costruito nella metà del XVII in memoria della Santa Casa di Nazareth di Loreto, presenta una facciata barocca sormontata da una torre con orologio (1694). Da visitare all’interno del chiostro la Santa Casa e poi il Tesoro di Loreto, una bella mostra di oggetti sacri preziosi tra cui il Sole di Praga, un ostensorio ornato da più di 6000 diamanti. All’esterno si può ammirare il campanile composto da 27 campane che suonano melodie mariane ogni ora dalle 8 del mattino fino alle 18 del pomeriggio.

Orario di apertura: da martedi a domenica 9-12 e 13-16,30, chiuso il lunedì

Palazzo Cernin (Cerninsky Palác): Davanti al Santuario di Loreto, si trova il Palazzo Cernin, oggi sede di un ministero, è uno dei più interessanti esempi di palazzo barocco della città, fu costruito nella seconda metà del XVI secolo.

Monastero di Strahov (Strahovsky Klaster): Risalente al XII secolo, si tratta di un vasto complesso di edifici, che ospitano una ricchissima biblioteca, che ha sede nella bellissima Sala Teologica in stile barocco (XVII secolo) con soffitti a stucchi e medaglioni affrescati. L’attuale aspetto barocco è dovuto ai lavori di ricostruzione eseguiti tra il XVII e il XVIII secolo. Il monastero ospita diverse chiese, come la chiesa di San Rocco (sv. Rocha) in stile gotico-rinascimentale del XVII secolo e la romanica (XII secolo) chiesa dell’Assunzione (Nanebevzeti P. Marie) con torri rinascimentali e interno barocco. Il monastero ospita anche nella Galleria Strahov (Strahovská obrazárna) opere gotiche, barocche e rococo e altri dipinti della prima meta del XIX secolo.

Orario di apertura: 9 – 12 e 12,30-17, chiuso il lunedì

Nuovo Mondo (Novy Svet): Si tratta di un pittoresco angolo della vecchia Praga della metà del XIV secolo.



Booking.com

Booking.com
banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE: