Da non perdere
pt-ptitfr
Home » Montenegro » Costa » Le Bocche di Cattaro: il “fiordo” del Mediterraneo
Bocche di Cattaro, Montenegro. Autore: Janusz Recław. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Bocche di Cattaro, Montenegro

Le Bocche di Cattaro: il “fiordo” del Mediterraneo

Le Bocche di Cattaro (Boka Kotorska), uno dei più bei porti naturali del mondo, sono una profonda insenatura dell’Adriatico meridionale, una specie di fiordo formato da quattro bacini (golfo di Castelnuovo, baia di Teodo, golfo di Risano e golfo di Cattaro) uniti fra loro da stretti e sovrastati da montagne che si avvicinano ai 1,800 metri d’altezza.

Il picco più alto della regione delle Bocche di Cattaro è il Monte Orjen (1894 metri), situato a nord-ovest di Risano. Il Monte Lovćen (Monte Leone) che sovrasta la città di Cattaro (Kotor) è alto, invece, 1749 metri.

L’origine della formazione delle Bocche di Cattaro è dovuta al riempimento con acqua marina di un antica valle costiera, e quindi anche se l’aspetto è simile a quello dei fiordi norvegesi (originati, invece, dall’azione erosiva dei ghiacciai), l’origine è completamente diversa.

Chiesa di Nostra Signora delle Rocce, Bocche di Cattaro, Montenegro. Autore: Brian Dell. No Copyright

Chiesa di Nostra Signora delle Rocce, Bocche di Cattaro, Montenegro

Quest’area della Dalmazia, che oggi fa parte del Montenegro, è di una bellezza naturale incomparabile e custodisce interessanti cittadine storiche come Cattaro (Kotor), Perasto (Perast) e Castelnuovo di Cattaro (Herceg Novi). L’area interna delle Bocche comprendente i due golfi di Cattaro e Risano, e le cittadine di Cattaro (la città vecchia e le sue fortificazioni), Perasto e Risano sono state dichiarate dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità come Regione naturale e storico-culturale delle Bocche di Cattaro.

La regione è caratterizzata da un paesaggio molto pittoresco formato da alte e brulle pareti montagnose di natura carsica, e in corrispondenza della costa da basse colline con ricca vegetazione a macchia mediterranea.

Le Bocche di Cattaro cominciano, verso ovest, in corrispondenza dalla punta d’Ostro, che rappresenta l’estremità meridionale della Croazia, e verso est della punta d’Arza, al centro dell’ingresso delle Bocche si trova l’isolotto di Mamula (Lastavica). Con l’esclusione della suddetta punta d’Ostro, tutta l’area delle Bocche appartiene al Montenegro.

Per la sua conformazione, con montagne che si riversano a picco sul mare, l’area della Bocche di Cattaro è l’area più piovosa della Dalmazia, con una media di circa 2400 mm di pioggia all’anno.



Booking.com

Booking.com
banner
Close
Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE
Se vi piace viaggiare sottoscrivete il nostro canale YOU TUBE di viaggi: